HeaderContributoVolontario_Vari Formati800x400

Contributo volontario, ciò che è giusto sapere

Quest’anno possiamo sostenere il nostro Istituto partecipando al cosiddetto “contributo volontario”. Si tratta dell’offerta alla scuola di un contributo economico, che ricordiamo non è obbligatorio ma volontario, e che è sempre stato possibile, anche negli anni passati.

Solo ora però è diventato particolarmente importante.

Cosa è cambiato quest’anno? Il servizio di refezione scolastica, prima in autogestione, dal 2020 passerà al Comune di Roma (Delibera del Municipio n. 7 del 13 febbraio 2018). In tal modo la scuola non avrà più la possibilità di usufruire del cosiddetto “avanzo mensa”, assicurato dall’autogestione, che negli ultimi anni scolastici ha rappresentato una notevole risorsa economica per l’Istituto. Diventa quindi importante per le famiglie partecipare al versamento del contributo volontario, per consentire alla scuola di arricchire le attività progettuali e di fornirsi di ulteriori dotazioni.

Come verrà utilizzato il contributo volontario? A seconda della somma raccolta sarà finalizzato a potenziare e aggiornare le dotazioni informatiche, multimediali, strumentali e didattiche, sostenere lo sportello d’ascolto, realizzare opere di piccola manutenzione (Delibera del Consiglio d’Istituto n. 22/2019 del 09/07/2019).

Come si può versare il contributo volontario? E’ possibile fare un bonifico alla scuola, versando contestualmente anche l’assicurazione integrativa: 6 euro fissi per l’assicurazione e 24 euro per il contributo, per un totale di 30 euro… cifra indicativa, ma completamente a discrezione delle famiglie, ciò vuol dire che si può versare di meno ma anche di più! Ricordiamo che sia l’assicurazione sia il contributo potranno essere portati in detrazione nella prossima dichiarazione dei redditi nella misura del 19%.
Tutte le indicazioni sono contenute nella circolare della scuola n. 20 del 4 novembre 2019.

Il contributo volontario da parte delle famiglie non può e non deve essere inteso come “obbligatorio”. Ma crediamo che sia un indispensabile sostegno per una scuola al passo coi tempi che, COME LA NOSTRA, vuole offrire sempre di più ai suoi studenti.